Photogallery
RASSEGNA STAMPA
CALENDARIO EVENTI
luglio 2020
dlmmgvs
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031
Home Chi siamo Statuto

ART. 12
Il Consiglio Direttivo attua l’indirizzo generale di attività della Fondazione, formula i programmi e ne cura la realizzazione, predispone relazioni e bilanci preventivi e consuntivi annuali da sottoporre alla Assemblea. (*)
Il Consiglio Direttivo si riunisce entro il 31 marzo per l’approvazione del bilancio consuntivo ed entro il 31 dicembre per l’approvazione del bilancio preventivo.
Il Consiglio Direttivo può inoltre essere convocato ogni qualvolta il Presidente lo crederà opportuno e su domanda motivata e scritta di almeno tre componenti del Consiglio.

ART. 13
Per la validità delle adunanze del Consiglio Direttivo è necessaria la presenza della maggioranza dei suoi componenti.
Le deliberazioni sono prese con la maggioranza assoluta dei voti dei presenti. (*)
In caso di parità dei voti, prevale quello del Presidente.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente con lettera spedita almeno sette giorni prima della data fissata per l’adunanza.
La convocazione deve contenere l’indicazione degli argomenti all’ordine del giorno.

ART. 14
Il Comitato Scientifico è composto da un minimo di cinque a un massimo di nove membri particolarmente qualificati nel campo di attività della Fondazione.
I membri del Comitato sono nominati dal Consiglio Direttivo e restano in carica per sette anni.
Essi sono chiamati a collaborare alla impostazione e alla organizzazione dei programmi, alla valutazione dei risultati, nonché alla opportuna diffusione dei medesimi.

ART. 15
Il controllo della gestione, i riscontri di cassa, la verifica della congruità dei bilanci preventivi e consuntivi e l’esame dei documenti e delle carte contabili sono esercitati da un Collegio di Revisori dei Conti, composto da tre membri effettivi e due supplenti, nominati dal Consiglio Direttivo.
I revisori durano in carica sette anni e possono essere confermati.
Il Collegio predispone le relazioni ai bilanci preventivo e consuntivo, da sottoporre all’approvazione del Consiglio Direttivo ed alla ratifica dell’Assemblea. (*)

ART 16
Con apposito regolamento, deliberato dallo stesso Consiglio Direttivo, possono essere stabilite le norme per il funzionamento interno.

ART. 17

La Fondazione è costituita senza limitazione di durata.
Qualora, per qualsiasi motivo, la Fondazione dovesse estinguersi, i suoi beni saranno destinati ad Enti che perseguano i medesimi fini o fini similari a quelli della Fondazione.

ART. 18 (#)

In virtù dell’adeguamento formale imposto alla materia dall’intervenuto  “Regolamento di attuazione” di cui al D.M. n. 266/2003, la Fondazione dichiara  di  rispettare, fino dalla sua  costituzione, i requisiti richiesti dall’articolo 10, comma 1 del D.Lgs. N. 460/97   che testualmente vengono qui di seguito  riportati:
a)    L’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale;
b)    Il divieto di svolgere attività diverse da quelle menzionate alla lettera a), ad eccezione di quelle a ad esse direttamente connesse;
c)    Il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili ed avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre ONLUS che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima struttura;
d)    L’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse strettamente connesse;
e)    L’obbligo di devolvere il patrimonio dell’organizzazione, in caso di suo scioglimento per qualsiasi altra causa, ad altre ONLUS o a fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’articolo 3, comma 190 della legge n. 662/1996, salvo diversa destinazione imposta dalla legge;
f)    L’impegno all’uso, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico della locuzione “organizzazione non lucrativa di utilità sociale” o dell’acronimo “ONLUS”.
Note:
(*) Testo modificato con Delib. C.D: n° 8 del 23/06/1995, approvato con Delib. G.R. Marche n° 2031 del 01/08/1995, ratificato dalla neo costituita Assemblea dei Fondatori nella prima seduta del Del. Assembleare n°1 del 16/03/1996.
(**) Art. 3 lett. b) così modificato dall’Assemblea dei Soci Fondatori nell’adunanza del 20 febbraio 1999 con Delib. N. 7, approvata dalla G.R. Regione Marche con Delib. N. 869 del 12/04/1999.
(***) Testo modificato e riapprovato integralmente dall’Assemblea dei Fondatori del 24/02/2001.
(#) Il vecchio art. 18 è stato soppresso e sostituito dal nuovo art. 18. Le modifiche ed il testo integrale dello Statuto sono stati riapprovati dall’Assemblea dei Fondatori del 17 febbraio 2007 e sono state approvate con D.D. Affari Generali Gabinetto del Presidente della Giunta Regione Marche n. 40 del 9 marzo 2007.
Il nuovo testo è stato registrato in data 20 marzo 2007.

INDIETRO